Accoltellamento Greco: dubbi sulle macchie di sangue

accoltellamento greco

LECCE –  Accoltellamento Greco: giovedì i Sostituti procuratori Giuseppe Capoccia e Guglielmo Cataldi, conferiranno l’incarico alla biologa Maria Corbelli che dovrà eseguire gli accertamenti sulle macchie di sangue rinvenute sul luogo del delitto, la villa di Contrada Carli alla periferia di Squinzano, dove l’8 settembre scorso, Salvatore Milito, 40enne di Squinzano, avrebbe, secondo gli accertamenti condotti dai l’accusa, provato ad uccidere Luca Greco e Marino Manca.

Il consulente dovrà capire se quel sangue appartiene solo a Greco.

Il dna rilevato sarà poi comparato con quello dei due indagati.

Intanto Patrick Colavitto, il 32enne di Brindisi arrestato sabato scorso con l’accusa di favoreggiamento, perchè avrebbe fornito ospitalità a Milito, sarà interrogato domani mattina dal Gip Annalisa De Benedictis.