La marcia dei mille al Quartiere Tamburi

ILVA: IN CENTINAIA AD ASSEMBLEA IN PIAZZA TARANTO

TARANTO – Tornano  a manifestare i cittadini e lavoratori liberi e pensanti. Più di 1.000 in fila, a pochi metri di distanza dai camini dell’Ilva. Ad organizzare la manifestazione, il Comitato in difesa di salute, ambiente, reddito e occupazione.

I cittadini hanno iniziato a sfilare da Piazzale Democrate nella ‘città vecchia’, per poi raggiungere Piazza De Amicis nel rione Tamburi.

Cittadini e lavoratori, gli uni interessati alle sorti degli altri – spiegano gli organizzatori – per sconfiggere finalmente la morsa che da 50 anni attanagliata la nostra città. Salute o reddito? Noi vogliamo entrambi”. 

Nel pomeriggio, in Piazza della Vittoria, è prevista l’iniziativa ‘Partecipiamo divertendoci’, serie di attività per bambini.

In prima fila nel corteo ci sono proprio loro, i bambini, seguiti dai genitori e a chiusura della sfilata gli studenti delle scuole di Taranto.

Presente anche Alessandro Marescotti di Peacelink. L’ambientalista commenta le prime notizie diffuse sulla nuova Aia.

E’ un bluff ed è compeltamente assente l’art. 8 sull’utilizzo delle migliori tecnologie in assoluto. Per questo i Sindaci dei Comuni di Taranto e di Statte dovrebbero bocciare la nuova Autorizzazione Integrata Ambientale.

Commenti

  1. Cataldo scrive:

    Per quanto riguarda l’ILVA convinciamoci che ambiente e lavoro sono irrimediabilmente inconciliabili e quindi bisogna scegliere tra salute e occupazione. Quando fu realizzato lo stabilimento a ridosso del centro urbano possibile che nessuno si sia chiesto se quello fosse il luogo adatto? Temo che a Taranto vogliano la botte piena e la moglie ubriaca.