Il riscatto del Sud parte dalla comunicazione

Unicom

LECCE – Il futuro, il riscatto, anche del sud, ma non solo del sud, non può che partire dalla comunicazione e solo da un certo tipo di comunicazione: quella basata sul rispetto delle regole,quella che affianca ai principi emozionali il rispetto dell’altro al quale vogliamo comunicare.

Una comunicazione che utilizzi, e faccia propri, i principi della fiducia.

Nessun dubbio per i numerosi partecipanti alla tavola rotonda promossa a Lecce, dall’Unione nazionale imprese di comunicazione.

Regole da vivere nel mondo della comunicazione non come un sistema di obblighi e di vincoli che di fatto limitano la libertà d’espressione dei giornalisti o la creatività dei comunicatori, ma una nuova concezione, moderna nei modi e nei contenuti di un fare comunicazione come servizio efficace e di qualità.

L’incontro che si è tenuto nella sala del Monastero delle Suore benedettine è stata un’utile occasione di confronto per le realtà attive nella comunicazione presenti sul territorio tra testimonianze, proposte ed opportunità di sviluppo proprio attraverso il mondo della comunicazione.

E se è vero, com’è vero, che chi fa comunicazione fornisce un servizio deve farlo sempre con  uno spirito di servizio, garantendo libertà e pluralismo, obiettività e lealtà, completezza ed imparzialità.

Saluti finali affidati all’Editore Paolo Pagliaro e alla sua testimonianza maturata da decenni nel campo dell’editoria.

Nella consapevolezza che il riscatto del sud passi anche dall’informazione e da una televisione che veicola messaggi positivi, accresce la consapevolezza, diffonde la conoscenza, è un’impresa culturale, una infrastruttura immateriale al servizio della comunità e si pone a sostegno  delle imprese locali.