In Lecce stat ‘virtus’

tifoseria giallorossa

LECCE – Virtus Entella, la partita di Coppa contro la Nocerina del 18 ottobre e poi due
trasferte consecutive con Trapani e Lumezzane. Il Lecce, a partire da domenica prossima, è atteso da un vero e proprio tour de force utile anche per cominciare a tracciare un identikit  del campionato che al momento, vede sempre in testa dopo 6 giornate, i giallorossi a 16 punti, seguiti a vista da una squadra, quella ligure di Prina distante 3, con il migliore attacco, 15 gol, 6 dei quali realizzati  da Guerra, capocannoniere in assoluto di entrambi i gironi e autore della doppietta contro la Reggiana.

Messe da parte,ormai, polemiche e recriminazioni sul pareggio di Como, la squadra è tutta  concentrata su questo scontro diretto che mister Lerda dovrà affrontare senza Jeda, Giacomazzi e Pià infortunati e senza lo squalificato Esposito.

Al centro della difesa dovrebbe quindi riaccomodarsi il già collaudato Di Maio. Più difficile, invece, ipotizzare quali saranno le scelte del mister in attacco.

Le alternative questa volta mancano. Probabile l’impiego dall’inizio di Salvatore Foti  davanti a Chiricò, Bogliacino e Falco, quest’ultimo peraltro impegnato mercoledì nel match della Nazionale under 20 contro la Croazia.

In corsa potrebbe entrare Malcore, anche se in tanti sperano di poter vedere in panchina e chissà per qualche minuto in campo, l’idolo Cheva. L’uruguaiano è clinicamente guarito, ma l’ultima parola spetta allo staff medico.

Non mancano, invece, soluzioni per il centrocampo. In attesa del rientro di capitan Giacomazzi, dovrebbe essere scontata la riconferma di Memushaj e De Rose, tra i migliori in campo,e non solo per il gol,nello scontro al ‘Sinigaglia’.

In alternativa,validissime garanzie arrivano anche da Giacomo Zappacosta che nella partita di Coppa contro il Martina, ha lanciato chiari segnali al mister ed è pronto per dare il suo contributo anche in campionato.

Ma a parte le scelte, il Lecce, dopo la frenata di Como, deve riprendere la sua corsa per allungare il passo prima del doppio impegno lontano da casa contro Trapani e Lumezzane,distanti al momento, ma solo sulla carta 7 lunghezze. Due squadre che però hanno già riposato, quindi, potenzialmente 3 punti più vicine alla capolista Lecce.

La classifica,nonostante il divario tecnico, è corta. In attesa che la guardi anche Lerda, meglio non fidarsi e tenere le distanze!