Tenta di violentare una commessa, edicolante ai domiciliari

questura lecce

LECCE – Gli insulti e le ingiurie sarebbero andate avanti per un pò. Ma nessuno, neppure la presunta vittima avrebbe mai immaginato di arrivare a subire anche un tentativo di violenza sessuale.

E’ finito agli arresti domiciliari un ex edicolante leccese.

Si tratta di Franco Saccheri, di 36 anni. L’ordinanza, eseguita nelle scorse ore, porta la firma del Gip Alcide Maritati ed è stata emessa su richiesta del Sostituto procuratore Giuseppe Capoccia.

La presunta vittima è la titolare di una profumeria che nel maggio scorso ha denunciato le molestie subite alla Sezione Volanti della Questura di Lecce. Le indagini sono state poi condotte con i colleghi della Squadra mobile.

I fatti sarebbero andati avanti per un po’ di tempo. Atteggiamenti morbosi da parte dell’indagato che sarebbe arrivato anche ad insultare la presunta vittima per strada, davanti ad abitanti della zona e passanti. La punta dell’iceberg sarebbe stata raggiunta poi il 23 maggio scorso.

Saccheri avrebbe fatto irruzione nella profumeria. Qui avrebbe iniziato ad ingiuriare la donna con una certa foga e brutalità. Non si sa cosa abbia scatenato la sua ira. Fatto sta che tra i due sarebbe nata una colluttazione. Dalle parolacce si sarebbe arrivati alle mani.

L’uomo si sarebbe anche abbassato i pantaloni e tra gli insulti vari, avrebbe preso le mani della presunta vittima per avvicinarle ai suoi genitali. Subito è partita la telefonata al 113.

Gli agenti delle Volanti hanno subito raggiunto il negozio e raccolto il racconto delle giovani donne. Nei giorni successivi sono poi state ascoltate ancora una volta, insieme agli abitanti e ad  altri negozianti della zona.

L’interrogatorio di garanzia dell’uomo, accusato di tentata violenza sessuale, confinato ai domiciliari, si terrà giovedì mattina.