Lerda: “L’arbitro?Mi sembrava di sognare”

lerda

LECCE – 2 punti persi: non ha dubbi, mister Lerda e non potrebbe essere altrimenti. Sia per il doppio vantaggio, che per il modo in cui è avvenuta la rimonta lariana. Il tecnico, da perfezionista qual è, rimprovera i suoi per la cattiva gestione del vantaggio, seppur in inferiorità. Impossibile, però, non tener conto dell’incisività delle decisioni arbitrali.

“Una squadra come la nostra deve vincere, anche in 10. Ci abbiamo messo del nostro, certo che ha influito anche l’arbitro. Abbiamo subito 4 rigori, 3 non c’erano: oggi mi sembrava di sognare. Poi ce n’era uno clamoroso su Foti…

Il tecnico respinge poi le critiche a Chiricò: “Se è vero che ha mancato, sullo 0-0, due occasioni importanti, è altrettanto vero che il suo bellissimo cross ha propiziato il gol di Foti. “Ha sbagliato un gol facile, però poi ha fatto quell’assist per il gol: ci sta, non è il caso di criticarlo”.

La partita è ormai finita, inutile prolungare le recriminazioni. Domenica arriverà la Virtus Entella, ora a soli 3 punti di distanza. Ma la classifica, il mister, non sa neanche cosa sia. “Ma la classifica manco la guardo dopo 6 partite. Comincerò a dare uno sguardo dopo la decima, ma solo a livello indicativo”.

Ultima nota sui tifosi, con il rammarico del mister di non avergli regalato una vittoria. “Sono molto importanti, mi dispiace solo non avergli regalato una vittoria. Ce l’abbiam messa tutta, non è bastato”.

Commenti

  1. marco scrive:

    con un arbitro cosi anche il barcellona avrebbe pareggiato…..!

  2. VITO scrive:

    vedere il lecce in prima divisione non fa assolutamente piacere questo è il calcio italiano inserire una squadra appena retrocessa dalla seria A in prima divisione dopo che tante società hanno fatto tanti sacrifici per allestire una squadra si vedno piombare il super lecce nel proprio girone. la giustizia sportiva deve cambiare.