Sindaci divisi, Stefàno: “D’accordo con Procura”. Doria: “Decisione grave”

Doria-Stefàno

TARANTO – Sindaci divisi  sull’ultimatum della Procura all’Ilva. Da una parte il primo cittadino di Taranto, Ezio Stefàno  approva  in pieno   le richieste della Magistratura.

Dall’altra parte il neo Sindaco di Genova Marco Doria bolla come ‘fatto grave’ la decisione  dei magistrati.

“Sono d’accordo con la Procura –  dichiara  il Sindaco ionico – vogliamo che venga data una risposta su quando verrà ambientalizzata la fabbrica. La Magistratura attende una risposta e c’e’ qualcuno che deve darla”.

Poi, a chi lo accusa di avere temporeggiato risponde il Sindaco pediatra risponde: “Io ho fatto un esposto alla Magistratura 4 anni fa ed è il massimo di quello che potevo fare”.

Di  tutt’altro tono, invece, le dichiarazioni del Sindaco ligure: “Un fatto assolutamente grave, non si può risanare lo stabilimento di Taranto interrompendo la produzione.

Taranto è fondamentale per la vita di altri stabilimenti in Italia. La produzione deve continuare e contemporaneamente si devono fare gli interventi di risanamento ambientale. Altrimenti é una crisi nera”.