Molestie in Chiesa? I danni li pagherebbe il Vescovo

monsignor caliandro

LECCE – Il Vescovo di Nardò-Gallipoli, Monsignor Domenico Caliandro, è stato nominato come responsabile civile nel processo all’ex parroco della Chiesa di San Gerardo Maiella di Nardò, don Quintino De Lorenzis, di 35 anni, accusato di atti sessuali nei confronti di un immigrato marocchino di 28 anni. In pratica, se il parroco dovesse essere condannato al termine del processo, sarà la curia a rispondere dell’eventuale risarcimento dei danni.

Una richiesta è stata effettivamente formalizzata dal 28enne, che si è costituito parte civile con l’Avvocato Salvatore Centonze: 20mila euro.

I fatti contestati, secondo l’ipotesi accusatoria, risalirebbero allo scorso 15 ottobre. La presunta vittima, un ragazzo di 28 anni di nazionalità marocchina, ha sporto denuncia, indicando proprio nel sacerdote, già padre spirituale del Seminario diocesano, il presunto autore delle violenze.

I presunti abusi, palpeggiamenti e tentativi di approccio sessuale, secondo quanto accertato dai carabinieri di Nardò, sarebbero stati consumati proprio all’interno della sacrestia.

Si torna in aula il 20 novembre.