Minorenne tenta estorsione a imprenditore di Oria

carabinieri

ORIA (BR) – Neppure ha raggiunto la maggiore età, che già si è dato all’estorsione. Finisce nei guai un minorenne di Oria, accusato di aver tentato di estorcere denaro ad un imprenditore agricolo del posto che per tutta risposta, ha denunciato il ragazzo ai carabinieri della locale stazione, pronti ad incastrare il 17enne in flagranza di reato. I fatti.

L’anziano, libero professionista in pensione che solo da qualche tempo, aveva deciso di dedicarsi anima e cuore alle sue proprietà, si vede recapitare, a distanza di pochi giorni, alcune lettere scritte a mano e in italiano claudicante, in cui viene fatta richiesta di denaro.

“Se non mi dai 50mila euro – questo, in soldoni il contenuto delle missive – ti darò filo da torcere. Da qui, una lunga serie di minacce più o meno specifiche”.

Ma il pensionato, piuttosto che cedere alle richieste, ha sporto regolare denuncia presso la caserma dei carabinieri di Oria al comando del Maresciallo Roberto Borrello. Da lì, è partita una vera a propria caccia all’uomo, con l’imprenditore pronto a fingersi disposto al pagamento della ‘protezione’, attirando quindi il giovane estorsore nella rete dei militari.

Stabilito il luogo e l’orario del pagamento, lo scorso pomeriggio i carabinieri sono entrati in azione, beccando il giovane in flagranza di reato e cioè, mentre si faceva consegnare la somma pattuita.

Al termine delle formalità di rito, il 17enne è stato trasferito presso il Centro di prima accoglienza di Monteroni, a disposizione del Pm di turno. E’ tornato tranquillamente al suo lavoro, invece, l’imprenditore. Coraggioso e abile a non cedere alla richiesta estorsiva.