Stuprava la moglie e le figlie, il Pm: “Merita 18 anni”

tribunale

LECCE – “Condannate l’orco a 18 anni di carcere!” Lo ha chiesto il Pm Carmen Ruggiero al Gup Carlo Cazzella, dinanzi al quale si sta svolgendo con rito abbreviato, il processo al 38enne di origini albanesi, residente a Carmiano, arrestato nel luglio dello scorso anno su ordinanza del Gip alcide maritati.

Le indagini, condotte dagli agenti della Squadra mobile di Lecce, dopo la denuncia della moglie, una donna del posto stanca di abusi e violenze anche sui suoi 3 figli, hanno portato alla luce l’inferno che le presunte vittime avrebbero per anni subito tra le mura domestiche.

Costantemente ubriaco, avrebbe picchiato il figlioletto e maltrattato la moglie. Botte e minacce, anche armato di coltello in mano, più volte avrebbe costretto la donna con la forza ad intrattenere con lui rapporti sessuali, percuotendola con calci e pugni e immobilizzandola sul letto.

Ma lei non era l’unica a subire gli abusi. Anche le figlie di 10 e 12 anni, sarebbero state stuprate e costrette a subire le attenzioni morbose del padre.

Si attende a momenti la decisione del Gup.