Eroina nel chiosco di bevande e a casa 21 kg di esplosivi, arrestato

festinante

TARANTO – Un comune chiosco di bibite all’apparenza, ma un vero e proprio centro dello spaccio, invece, nei fatti. Siamo in via Archimede, al quartiere Tamburi. E tra bevande e  caffè, in quel chiosco si vendeva anche eroina.

E i Falchi lo hanno scoperto, arrestando Gianluca Festinante, 30enne tarantino.

È una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine ed è stato visto entrare nel chiosco, intorno alle 20, con in mano un a busta di plastica binaca. Insospettiti, gli agenti della Squadra mobile, che già da giorni osservavano il piccolo locale, hanno deciso così di dar via ad una ispezione del chiosco.

In totale sono stati trovati e sequestrati 260 grammi di eroina e circa 800 euro in contanti. 200 grammi di droga, in pietra e in polvere, erano il contenuto della busta portata dal  30enne, trovata tra gli scaffali del piccolo bar.

Gli altri 60 grammi della sostanza sono stati trovati, già divisi in dosi, in un tappo bianco di plastica. Recuperato anche tutto il materiale necessario al confezionamento della droga. Dal chiosco i Falchi sono passati a casa di Festinante, sempre al quartiere Tamburi.

E anche qui i risultati non sono mancati.  Nascoste in uno stanzino dell’abitazione, due grosse scatole con all’interno, circa 500 artifici pirotecnici per un peso complessivo di 21 kg. Il tutto detenuto in maniera illegale.

Sequestrati droga fuochi d’artificio e soldi, il 30enne è stato ammanettato e portato in carcere.