Dormitorio migranti, spunta la carta torretta

dormitorio di via provinciale s.vito

BRINDISI – Buone nuove o quanto meno, un nuovo spiraglio per gli immigrati ospiti del dormitorio di Brindisi. La struttura in via provinciale S.Vito è in condizioni ‘vergognose’, come le ha definite il Sindaco Mimmo Consales lo stato in cui versa è di emergenza pura e, infatti, qui pende un’ordinanza di sgombero.

Non sono mancate le polemiche, Consales aveva pubblicamente dichiarato che: “La Questura continua ad inviare all’interno altri immigrati, tanto che molti di loro hanno lì la propria residenza anagrafica”.

Immediata la risposta della Questura che con un comunicato, ha precisato che: “L’Ufficio Immigrazione non ha mai affidato alla struttura, poichè i richiedenti asilo politico sono affidati ai Centri di accoglienza governativi”.

Si attende la nuova struttura che tra circa un anno, sorgerà a Tuturano, in via De’Leo. Certo è che il dormitorio va messo in sicurezza e che  al termine dei lavori, dovrebbe contare 80 posti-letto (numero che non andrà sforato per mantenere un livello dignitoso di vivibilità).

Ma ci vorranno almeno due mesi e nel frattempo, si è pensato di allestire una tendopoli, con tanto di container, in cui ospitare gli immigrati. Tramontata l’ipotesi di utilizzare a questo scopo, il grande parcheggio di Costa Morena di proprietà dell’Asi, ora si fa strada un’altra possibilità.

Una nuova via, dunque, che si spera sia quella definitiva e realmente praticabile, perchè con l’inverno alle porte le decine di ospiti dell’attuale dormitorio dovranno avere un tetto o una tenda, sulla testa.