Lerda scaccia le distrazioni: “La Tritium è il mio unico pensiero”

Tarvisio(UD)ritiro del Lecce

LECCE – Nessuna distrazione, nessun pensiero collaterale: Lerda vuole che si parli solo di Lecce-Tritium, non d’altro. Le vicende extra-calcistiche hanno tormentato l’estate leccese, il tecnico non vuol parlare di passaggio di proprietà e affini. “Non voglio parlare di questo, solo della partita”.

La Tritium, quindi, squadra di buona qualità nonostante il solo punto racimolato in tre gare, corredato da 8 gol subiti, che dovrà rinunciare al suo centravanti Bortolotto. “E’ una squadra che ha raccolto poco, ma ha grande qualità, soprattutto a centrocampo e in attacco”.

Il gap tecnico tra le due rose è tuttavia innegabile, ma per Lerda si può parlare di superiorità solo a patto che ci sia la motivazione che ha portato i giallorossi a quota 12 punti. “Siamo consapevoli di avere una rosa di ottimo valore, ma se non mettiamo in campo la motivazione che abbiamo mostrato nelle prime giornate siamo una squadra come tante”.

Lerda si sofferma anche sul mercato, chiudendo quasi del tutto la porta a nuovi possibili innesti, con riferimento ad Essabr e Lepore. “Sono due ottimi calciatori e li ho visti bene, motivati. Però ho nove calciatori per quattro ruoli, non è il momento per prenderne altri”.

Dal 1° minuto dovrebbero giocare gli stessi scesi in campo al ‘Tenni’: davanti a Benassi Vanin, Diniz, Esposito e Tomi, Memushaj e De Rose in mediana con Chiricò, Bogliacino e Pià alle spalle di Falco. Alle 15, al ‘Via del mare’, sarà caccia al record di 5 vittorie consecutive. A dirigere Lanza di Nichelino.