I Tesoro tranquillizzano l’ambiente: “Niente paura”

savino e antonio tesoro

LECCE – A scacciare le paure di nuove noie extra-calcistiche ecco una nota della famiglia Tesoro che mette chiarezza sulla situazione relativa al passaggio di proprietà. Passaggio che, si legge nella nota, è in stand-by solo per l’approvazione di bilancio, di competenza della proprietà uscente.

Lo spauracchio principale era quello di incorrere in una penalizzazione per la regolarizzazione dell’iscrizione in Prima Divisione, con scadenza il 1° ottobre. “Per evitare problemi – si legge nella nota – dal momento che è arrivata la imminente scadenza del termine di pagamento abbiamo provveduto noi stessi a garantire i 600mila euro necessari, dovendo anche forzare burocraticamente la cosa, perchè l’US Lecce ancora non ci appartiene formalmente”.

Spiegazioni che aiutano l’ambiente a riportare l’attenzione sul campo, sul match con la Tritium, sull’inseguimento al record di 5 vittorie di fila, sui dubbi di formazione.

Sette giorni dopo Lerda ha lo stesso dubbio per l’attacco e un’assenza in più in mediana. Dovrebbe essere ancora De Rose a sostituire Capitan Giacomazzi, affiancando Memushaj. Caratteristiche diverse, con l’ex Reggina che rispetto all’uruguayano garantisce più filtro e meno fosforo. L’altra opzione è Zappacosta, ma l’ex Barletta non è ancora al top della forma.

Davanti il tecnico potrà scegliere tra la soluzione Falco prima punta proposta a Treviso, la vena realizzativa di Foti, l’esperienza e la classe di Pià o la verve di Malcore.

Un piccolo pensiero alla Coppa Italia, Mister Lerda dovrà farlo: mercoledì sera al ‘Via del Mare’ arriverà il Martina di Mister Di Meo, formazione protagonista di un ottimo avvio di stagione. Per il Lecce l’imperativo è fare il massimo in entrambe le competizioni, dall’alto di una rosa che per numero e qualità è una garanzia.

Commenti

  1. Vincenzo scrive:

    Complimenti al direttore antonio tesoro!!! Volevo chiedergli se in futuro c’è un progetto per creare un centro sportivo in stile catania e nell’eventualità uno stadio nuovo da 20.000 spettatori quanto basta per una piazza come lecce? grazie mille e complimenti