Processo Apisem, Salvemini: “La De Salvo chieda scusa”

carlo salvemini

LECCE – Esclusione del Comune di Lecce dal processo Apisem. Carlo Salvemini, Capogruppo di ‘Lecce bene comune’ al Comune di Lecce attacca: “Sono doverose le pubbliche scuse da chi s’è reso responsabile di un così grave errore, il Dirigente del Settore Avvocatura, che ha consentito che il Comune venisse rappresentato in un giudizio così delicato da un collaboratore esterno: come schierare le riserve in un big match nel quale i tuoi avversari scendono in campo con la squadra migliore.

Per questa ragione – prosegue Salvemini – sono necessarie spiegazioni convincenti da parte del Sindaco e della Giunta Comunale che decide di affidare un legale patrocinio a professionisti esterni per cause di minore rilievo (vedi ad esempio il contenzioso apertosi con l’ex Direttore dell’Istituzione dei Servizi Sociali) e affida al Settore Avvocatura, già stressato da mille incombenze, la rappresentanza in un giudizio penale rilevante per gli interessi diffusi della città: come se il ricorso a rinforzi esterni dipende dal profilo del tuo avversario e finisci per mostrarti forte con i deboli e debole con i forti”.