I fondi per gli affitti delle famiglie disagiate in Puglia. Il Salento penalizzato

Massimo PESCHIULLI

” A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca “.

Nella ripartizione dei Fondi per gli aiuti al pagamento dei Fitti, ancora una volta Il SALENTO penalizzato …

Qualcosa non Funziona …sempre sulle spalle della Povera gente !!!!!

Stanziati 12 Milioni di Euro cui si aggiungeranno altri 3 Milioni per i Comuni virtuosi che cofinanzieranno l’assegnazione dei fondi stessi.

Vista la riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato, sarebbe una buona notizia, se non fosse che ad essere penalizzata è sempre la gente del Salento .

Lo sappiamo che spunterà qualche solerte Burocrate con una spiegazione ben confezionata ad arte per giustificare l’ultima stranezza della Regione Puglia.

Ma chi lo va a spiegare alla gente dei quartieri disagiati di Lecce o al padre di famiglia di Taranto che ha perso il lavoro, che la sua richiesta di sussidio per pagare le pigioni al Padrone di casa non sarà accolta poiché non ci sono i fondi, mentre per lo stesso cittadino di Andria o Monopoli addirittura ce ne sono più del dovuto .

E già, la storia è sempre la stessa, Bari e la sua provincia pesa il 30% della popolazione delle Puglie ma riceve il 45% dei fondi, mentre la provincia di lecce che pesa il 20% riceve solo il 5,5%.

image

Traduciamo facile facile: Bari Provincia riceve 1.815.851 Euro in più e Lecce Provincia 1.525.279 Euro in meno.

Ovviamente, quanto ricevono in più le province del Barese, lo riceve in meno il Salento. Conti alla mano facendo le somme, la differenza sono 2,5 MILIONI di euro.

Ma non parliamo di opere pubbliche, infrastrutture, ponti e strade. Si parla di piccoli, ma piccoli aiuti a chi è già alle soglie della disperazione, alle famiglie alle quali poi si vanno a chiedere fra poco i voti per rinnovare il vecchio e sprecone carrozzone delle Puglie .

“A pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca” cit.

Signori Burocrati, delle due l’una: o c’è un meccanismo di ripartizione che non funziona o c’è QUALCUNO che non funziona .

Nel primo caso ad i Consiglieri ed Assessori Salentini l’onere di far cambiare le regole, nel secondo caso a tutti noi il dovere di indignarci e fare sentire la voce della nostra Gente del Salento , perché cari signori la misura è veramente colma.

La gente ha bisogno di fatti concreti, ha bisogno di vedere tutelati i propri diritti ed ancor prima la propria dignità.

Massimo Peschiulli

Direttivo Movimento Regione Salento

Commenti

  1. denny scrive:

    evidentemente gli amministratori salentini sono degli incapaci,non sanno rappresentare degnamente la popolazione che li ha eletti,ergo meglio che si dimettano.
    ma forse a qualche politucolo conviene riportare fatti a proprio vantaggio per portare avanti proprie idee campaniliste.
    complimenti comitato regione salento, date sempre i dati dal vostro punto di vista ,ma perchè non riportate le spiegazioni che vi sono state date,che sono a mioa vviso anche credibili?