Rissa tra marocchini, 3 arresti a Ostuni

carcere brindisi

OSTUNI (BR) – Connazionali, ma rivali. Spinti da una forte invidia reciproca, 6 cittadini marocchini hanno dato vita a una rissa furibonda nel centro storico di Ostuni, procurandosi ferite e seminando il caos in una Piazza Libertà gremita.

Erano circa le 23.15 di mercoledì, quando gli agenti del Commissariato di Ostuni, durante una perlustrazione, hanno sorpreso un gruppo di extracomunitari intenti a darsele di santa ragione. Alla vista dei poliziotti, i protagonisti della rissa hanno cercato di fuggire per le vie della ‘città bianca’, ma in 3 sono stati bloccati immediatamente dagli agenti.

Sul posto è intervenuto anche personale della Guardia di Finanza di Ostuni e della Polizia municipale, oltre agli uomini dell’istituto di vigilanza ‘La pantera’ che hanno contribuito alle ricerche e ad arginare la furia dei 6 marocchini.

In manette sono finiti il 29enne A. Zahri, S. Damnar di 24 anni e il 25enne L. El Mansour, tutti con precedenti penali. I tre, completamente sanguinanti,  prima di essere condotti nel carcere di Brindisi, sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Ostuni: le  ferite riportare in varie parti del corpo sono state giudicate guaribili in 15 giorni.

Nel corso della notte, gli inquirenti hanno cercato di capire i motivi della rissa, a quanto pare semplice invidia tra connazionali, motivi futili che hanno però scatenato una vera e propria lotta. Gli agenti del Commissariato, sotto la guida del Dirigente Franco Angiuli, hanno individuato gli altri protagonisti della rissa che, a breve, potrebbero finire in manette.