Scoperto a Paolo VI l’arsenale della mala

rione Paolo VI

TARANTO – Ancora armi e droga a Paolo VI. Due pistole, due fucili e 315 proiettili di cui 135 cal 7,62 per kalashnikov sono stati trovati dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Taranto, agli ordini del Ten. Pietro Laghezza.

L’arsenale era nascosto sul terrazzo di uno stabile di via Pietro Nenni al civico 1.

Stesso palazzo, tanto per intendersi, in cui è stato trovato e arrestato, all’alba del 6 settembre scorso il latitante Salvatore Cianciaruso, affiliato all’omonimo clan della criminalità organizzata tarantina degli anni ’90, irreperibile fino a quel giorno dal mese di luglio.

Anche in quella occasione i militari trovarono, nel vano ascensori del palazzo accanto, 12 proiettili cal. 9 parabellum, nascosti in un pacchetto.

Ben nascoste anche questa volta le armi ritrovate. Si tratta di un fucile a canne mozze, un fucile Benelli cal. 20, una pistola marca Olimpica e una con matricola abrasa cal. 22. I fucili e le pistole erano state calate con un filo nel vano caldaie dalla terrazza. L’armamentario è stato sequestrato ed è passato tutto nelle mani degli investigatori che si occuperanno degli esami balistici.

Nel corso della stessa operazione, i carabinieri hanno recuperato anche 150 dosi di cocaina, nascosta nella tromba delle scale del palazzo affianco, a quello in questione. Quanto a chi avrebbe nascosto armi e droga, gli investigatori avrebbero già un’idea, ma sono ancora in corso le indagini.

Resta quindi nel mirino il quartiere, uno dei più a rischio di Taranto.