Rapine e furti, banditi seminano il panico

carabinieri

VEGLIE (LE) – Lo hanno atteso nascosti tra i vicoli delle abitazioni, approfittando del fatto che a quell’ora, le 5 del mattino, le strade fossero ancora vuote. All’arrivo del titolare della tabaccheria di via 24 maggio, a veglie, hanno aspettato che aprisse la saracinesca per poi assalirlo alle spalle, immobilizzarlo  e costringerlo a consegnar loro il denaro disponibile.

Momenti di puro terrore quelli vissuti di prima mattina dal tabaccaio, rimasto per diversi minuti in balia di due malviventi incappucciati e armati. È stato costretto a consegnargli il denaro disponibile in cassa, circa 400 euro, e solo dopo la loro fuga, a piedi, è riuscito a dare l’allarme.

I carabinieri di Veglie, intervenuti poco dopo, hanno avviato le indagini.

È andata male, invece, ai ladri che intorno alle 3 del mattino hanno provato ad entrare nel ‘Gian Mart Cafè’, nel centro di Surbo. Hanno provato a scassinare la saracinesca, ma sono stati messi in fuga dall’allarme e dall’arrivo, sul posto, della vigilanza.

Sembra che anche questa volta ad agire sia stata la ‘banda dell’Audi’, nelle ultime settimane ha messo a segno diversi colpi nel nord Salento.