Pronta la class action dei cittadini contro l’Ilva

TARANTO – Una class action contro l’Ilva. E’ questa l’intenzione di una una decina di cittadini di Taranto, pronti a chiedere il risarcimento per “danni materiali, fisiologici, biologici ed esistenziali”.

Nell’azione si sollecita anche il sequestro conservativo di beni immobili e immobili facenti capo ai legali rappresentanti dell’azienda.

“Si tratta – come annuncia l’Avvocato Giuseppe Lecce – di cittadini hanno contratto malattie e familiari di persone decedute per patologie legate all’inquinamento, ma anche diportisti e commercianti, come il titolare di un vivaio, che si trova nell’area di passaggio del nastro trasportatori dell’Ilva, che ritengono di aver subito danni materiali”.

Il legale, a cui si sono rivolti i cittadini, ha reso noto che già oggi invierà, tramite fax, al Tribunale di Taranto l’esposto per l’azione collettiva, “strumento – ha sottolineato – che consente pretese risarcitorie nei confronti di aziende e multinazionali, in questo caso l’Ilva spa, atteso che si tratta di illeciti plurioffensivi che sono stati compiuti nei confronti di più soggetti”.

“Così come accaduto per il processo Thyssenkrupp – spiega il legale – culminato con le sentenze di condanna per i vertici aziendali, chiederemo alla Procura di Taranto di valutare l’opportunità di contestare, oltre alle lesioni colpose, al danneggiamento e al getto pericoloso di cose, anche il reato di omicidio volontario con dolo eventuale a carico dei rappresentanti legali dell’Ilva finiti sotto inchiesta”.

1 Commento

  1. (3) – Cari concittadini il qualunquismo è un peccato, e grave pure. La verità si trae dalla storia, dalla memoria, e può essere chiesta in ogni momento a qualche giornalista in pensione (perché quelli ancora in attività a toccare l’argomento invero perderebbero il posto). E la sporca verità è che taranto è da sempre una città feudale, dove poteri economici fortissimi e occulti, mai in prima linea, prosperano sul voluto e provocato isolamento della città e sulla mancanza di concorrenza nelle principali attività vitali. Sapevate voi che in questa città vi sono rievocazioni storiche e letterarie mirate a celebrare innumerevoli membri delle logge massoniche? Una lista da non credere di fior fiori di nomi illustri e professionisti “uniti a corte” nell’obiettivo comune: prosperare difendendo il proprio campanile. Punti strategici della vita della città sono da sempre in mano alle stesse famiglie, da secoli potremmo dire.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*