Il Sindaco di Lecce: “Provincia a 2 teste? Non si può fare”

LECCE  – “Nessuno si illuda, la nuova Provincia Taranto-Brindisi avrà una testa sola e sarà la ‘città dei due mari'”. Il Sindaco di Lecce Paolo Perrone parla implicitamente di bluff nell’accordo trovato, martedì mattina, tra istituzioni brindisine e tarantine sulla ‘Provincia a 2 teste’.

“Meglio sarebbe stato ragionare di una ‘Macroprovincia di Terra d’Otranto’ – dice Perrone – della quale capoluogo storico non potrebbe essere che Lecce”.

“Di tutto si può parlare – replica pochi minuti dopo in diretta il Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese, ma per farlo occorre sedersi ai tavoli e non disertarli”.

 Ma, intanto, continua anche lo scontro interno alla politica messapica: anche il Pdl brindisino ha disertato la riunione dei Sindaci convocata da Ferrarese. “E il motivo – spiega Pietro Iurlaro – è semplice: il Presidente della Provincia su questo tema sta facendo campagna elettorale”.

Una lettura alla quale Ferrarese proprio non ci sta.

 

 

4 Commenti

    • lo sappiamo che a lecce interessa mettere le mani sopra i 20 comuni del brindisino e sui 29 del tarantino,mica fessi,gestire altre risorse.

  1. io da latiano dico no,non voglio diventare l’ultimo comune della provincia di lecce,che già di paesi trascurati ne ha tanti.e non ho voglia di fare 60km per recarmi a lecce per sbrigare le pratiche amministrative che attualmente svolgo a brindisi,piuttosto vado a taranto che è a 45 km

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*