Florido e Consales dicono ‘no’ alla Macroprovincia: “Il Governo la boccerebbe”

florido-consales

TARANTO- “Evitiamo di violare l’abc istituzionale: portiamo un progetto che stia nei confini della legge o daremo al Governo la possibilità di fare carne da macello della nostra identità territoriale”. È chiarissimo il Presidente della Provincia di Taranto Gianni Florido sulla questione accorpamento.

“L’ipotesi della Superprovincia Taranto-Brindisi-Lecce non esiste, perchè è la legge che la esclude”. Lo ha detto nel corso dell’Approfondimento’ di TRNews.

Per quanto riguarda l’ipotesi di Provincia a due teste (cioè con doppio capoluogo Taranto-Brindisi): “Non ho nulla in contrario: se l’Amministrazione comunale di Taranto voterà in questo senso, rispetterò la decisione”.

Condivide il Sindaco di Brindisi Mimmo Consales, che – sull’ipotesi del doppio capoluogo Taranto-Brindisi -ovviamente plaude all’apertura del Sindaco di Taranto Ezio Stefàno.

L’obiettivo è dunque quello di far arrivare, a Bari prima e a Roma poi, un disegno condiviso, perchè la decisione finale non cali dall’alto e da chi il Salento non lo conosce affatto.

Commenti

  1. Francesco Arnò scrive:

    DEcisione e ragionamento pienamente condiviso,qui si parla di comuni in fuga, referendum per dividere la Puglia in due,province enormi senza capo nè coda,dimenticando però che esiste una cosa chiamata LEGGE…che non prevede niente di tutto ciò