Diniz: “Vedrete, cresceremo ancora”

stadio 'tenni'

LECCE – Qualche cambiamento, questa volta, ci sarà. Un po’ per forza di cose (l’infortunio di Jeda) e un po’ per qualche variante. Al ‘Tenni’, di fronte al 3-4-3 del Treviso, Lerda potrebbe scegliere l’opzione Diniz sulla fascia destra, con Di Maio al suo esordio in giallorosso nel mezzo.

Il reparto difensivo, con il San Marino, ha dato ottimi segnali di tenuta. E’ vero che di fronte c’era un avversario in dieci, ma per la prima volta in cinque uscite ufficiali il Lecce è riuscito a mantenere inviolata la porta di Benassi. Merito di un affiatamento che aumenta col passare di giorni e allenamenti. “Stiamo lavorando molto, e ogni ora che passa ci conosciamo sempre meglio. Cresceremo ancora, ne sono sicuro”, afferma il difensore brasiliano Diniz.

E a questo pacchetto difensivo si aggiungeranno le qualità di Tomi e Di Maio, ancora inutilizzati. “Di Maio non ha bisogno di presentazioni, è un difensore molto forte ed esperto. Tomi lo vedo sempre meglio, si allena intensamente. Vedremo le scelte del mister: Legittimo sta bene, stiamo tutti bene”.

Al ‘Tenni’ andrà in scena il più classico dei testa coda: il Lecce capolista a punteggio pieno contro il Treviso, fanalino di coda con tre sconfitte su tre. “Non facciamoci ingannare, come ogni squadra giocheranno alla morte per strappare punti al Lecce. E tecnicamente non valgono lo zero in classifica”.

L’altro dubbio da sciogliere riguarda la maglia da centravanti, con due ex in lizza: più Pià di Foti, considerata la condizione atletica dell’attaccante arrivato dalla Samp.

Dopo la conferma in blocco dell’undici di Cuneo, Lerda apporterà qualche variazione. Per esigenze e necessità, a volte, squadra che vince si deve cambiare.