Lecce-Foti, amore a prima vista “e sono ancora a mezzo servizio”

Foti

LECCE – Non che la partenza di Corvia, soprattutto per come è avvenuta, avesse lasciato un vuoto, ma Salvatore Foti ha pensato subito di far breccia nel cuore dei tifosi del Lecce. Un gol, un assist e la sensazione che sia stato determinante, anche a livello tattico, per sbloccare un match che si faceva sempre più complicato col passare dei minuti.

E pensare che, per sua stessa ammissione nel giorno della presentazione ufficiale, è indietro nella preparazione. “Per me è una spinta incredibile, per lavorare con serenità. Gol e assist nascondono i miei problemi di condizione, qui ho trovato uno staff disponibilissimo a comprendere le problematiche di una preparazione senza giocare una partita”.

Amore a prima vista in campo, ma anche durante il mercato: appena è arrivata la chiamata del Lecce, Foti non ha esitato a cogliere l’occasione, proprio come ha fatto con quel pallone filtrante di Bogliacino, domenica. “Non ho esitato un attimo, non puoi rifiutare la chiamata di una squadra come il Lecce. E’ l’occasione ideale per entrambi, vogliamo tornare in alto”.

Andando a fondo, poi, ecco il retroscena: oltre al prestigio della maglia e alla sua voglia di riscatto, ha inciso anche un consiglio eccellente. “La prima telefonata che ho fatto dopo aver appreso di questa opportunità l’ho fatta a Guido Marilungo, che qui ha fatto benissimo. E’ un mio grande amico e mi ha consigliato di accettare”.

Domenica c’è il Treviso, una delle sue ex squadre. Foti potrebbe anche vestire la maglia da titolare, visto l’infortunio di Jeda. Al Tenni arbitrerà il signor Bruno di Torino.

Commenti

  1. Antonio scrive:

    Dai Lecce puoi farcela devi tornare al calcio che conta