Ilva: ambientalisti, in quattro anni 776 decessi in più

ilva taranto

TARANTO – “In 4 anni sono stati registrati 776 decessi in più rispetto a quelli attesi, con una media di 194 l’anno. Questo dato risulta essere un eccesso statisticamente significativo”. Lo hanno detto il Presidente dei Verdi, Angelo Bonelli e il Presidente di Peacelink Taranto, AlessandroMarescotti analizzando i dati del progetto ‘Sentieri’ relativi al periodo 2003 e 2006-2008.

 “Il dato – hanno aggiunto – non è della Procura, ma dell’Istituto Superiore della Sanità che ha pronto un rapporto aggiornato, ‘Sentieri 2’, che il Ministro della Salute tiene nel cassetto. Oggi lo abbiamo divulgato, perché è più grave ancora di quello della Procura, che valutava un eccesso di 91 decessi annui”.

Gli ambientalisti hanno fatto notare che “l’eccesso di mortalità per tutte le cause passa da +9% a +13% negli uomini e da +7%  a +8 %  nelle donne”; i decessi per malattie all’apparato respiratorio passano da un eccesso di +7%  a un eccesso di mortalità del 16%.

“Lo studio ‘Sentieri’ – hanno detto Bonelli e Marescotti – ha evidenziato anche un +17% per i tumori del sistema linfo-emopoietico. I decessi per ipertensione a Taranto e Statte si attestano, invece, sul +27%”.