Accorpamento, Udc e ‘Noi centro’ replicano: “Vitali e Saccomanno mentono”

Argese

BRINDISI – “Asserire che la legge di riordino sulle Province, votata dal  Parlamento il giorno 7 di agosto, non prevede la cancellazione di Brindisi come città capoluogo, vuol dire mentire sapendo di farlo”.

E’ quanto dichiarano in una nota il Coordinatore dell’Udc Ciro Argese e il Segretario provinciale di ‘Noi Centro’ Giuseppe Salonna, in riferimento alla conferenza stampa tenuta oggi dai Parlamentari del Pdl Michele Saccomanno e Luigi Vitali.

“E’ bene chiarire che, al contrario di quanto dichiarato dai due Parlamentari, è esattamente la Legge n. 135 del 7 agosto 2012, da loro votata, che ha introdotto all’art. 17 il comma 4-bis che di fatto cancella la città di Brindisi come capoluogo, in quanto nell’accorpamento prevale la città già capoluogo, con maggiore popolazione, quindi Taranto.

L’affermazione dei due Parlamentari del Pdl – si legge in una nota – deve ritenersi falsa in quanto smentita dalle disposizioni legislative varate dal Parlamento”.