Una campanella speciale: la piccola Giorgia è fra i banchi

giorgia

LECCE – Il primo giorno di scuola, si sa, è sempre un’emozione: per i bimbi e per i genitori. Ma se, per la prima volta, si può seguire la lezione nello stesso orario di tutti gli altri compagni, allora la felicità è incontenibile. E finalmente anche la piccola Giorgia può farlo. 

Eccola appena uscita dall’Istituto ‘Cesare Battisti’, nel centro di Lecce, dove frequenta la scuola dell’infanzia.

Il sorriso irresistibile di sempre e zainetto in spalla. Giorgia è la bimba che ci fa sentire tutti un pò mamme, un pò nonni, un pò fratellini.

Affetta da una rara malattia, la Sindrome di Berdon, che la costringe ad essere attaccata ad una pompa che funge da intestino, può essere alimentata solo tramite iniezione di sacche speciali che la nutrono.

Continui viaggi della speranza in giro per il mondo, in attesa di un intervento risolutivo. Una vita scandidat da medicazioni e cure continue, che la sua giovane mamma elisa ha imparato a fare da sola.

Nello zainetto, Giorgia, non ha la merenda,  ma un disinfettante che ci mostra con orgoglio.

Poi eccola che aspetta con ansia l’uscita del fratellino maggiore Jody, che frequenta la scuola elementare nello stesso istituto.

Emozioni e gesti che per tanti bimbi sono la normale routine, ma che per la piccola Giorgia sono un piccolo grande miracolo.