Il Tar dà l’ok alla Regionale 8, cantiere entro settembre

tar lecce

LECCE – Sbloccati i lavori della Regionale 8, che da Lecce porterà a San Foca. Si tratta di una delle strade a maggior traffico, nel periodo estivo, del Salento: e il suo nuovo tracciato, anche a 4 corsie, era stato progettato e approvato – pensate – nel 1988.

E’ l’iter burocratico forse più lento che la provincia di Lecce ricordi, anche e soprattutto a causa dei fondi, che hanno tardato moltissimo ad essere stanziati.

E quando sono giunti i soldi, sono arrivati anche i ricorsi, in particolare quelli della Sica srl, l’azienda agricola sul territorio di Vernole che viene letteralmente divisa in due dal tracciato della nuova arteria. Così i proprietari avevano impugnato la delibera della Regione che dava il via agli espropri, lamentando di non essere stati coinvolti nell’iter burocratico, affermando che la Valutazione d’Impatto Ambientale era stata lenta e lacunosa e chiedendo di fatto il blocco dei lavori.

Un ricorso però rigettato dalla Terza sezione del Tar di Lecce, presieduta da Rosaria Trizzino, che ha invece accolto le ragioni dell’associazione temporanea di imprese che realizzerà la strada, ovvero la CCC, il Consorzio di Cooperative emiliane che ha vinto tutti gli appalti più importanti leccesi degli ultimi anni, insieme alla Leadri, azienda del Gruppo Palumbo.

“Il Tar ha definito pienamente legittima la procedura per la realizzazione della strada – commenta Pietro Quinto, Avvocato della Leadri – e così i lavori, attesi fin dal lontano 1988, potranno avere inizio”. Nello specifico i Giudici Amministrativi hanno ritenuto valida la via, hanno specificato che la pubblicità data alla procedura era sufficiente e che il progetto riservava anche delle accortezze a favore dell’azienda agricola, come sottolinea Pierluigi Portaluri, Avvocato della CCC. 

 

Commenti

  1. Nino scrive:

    Finalmente adesso anche i paesi come Merine,Struda’,Vernole potranno avere le loro aziende su una super-strada ed uno sviluppo che sicuramente sara’ vertiginoso se collegato ad un gia’ esistente aeroporto chiamato Lepore nel comune di Vernole. Lequile,San Pietro in Lama,Zollino,Sternatia,Cavallino hanno avuto solo giovamento dalle super -strade che li sfiorano…adesso tocca un po’ a noi evolverci anche se purtroppo con 30 anni di distanza….ma scusate questi commenti li legge nessuno o rimangono messaggi imbottigliati nell’oceano..?