‘Morvillo Falcone’, si torna tra i banchi di scuola nel ricordo di Melissa

morvillo

BRINDISI –  Tra i banchi di scuola, proprio come si andava prima che quel luogo andasse sotto i riflettori della cronaca per mano di Giovanni Vantaggiato reo confesso dell’attentato. Domani è una giornata importamte per le ragazze della scuola ‘Morvillo Falcone’, chiamate a tornare in classe.

Una giornata importante, perchè porteranno nel cuore il ricordo di chi è rimasto vittima o ferito in quel tragico attentato del 19 maggio scorso, che spezzò i sogni e le speranze di una giovane Melissa Bassi che come ogni mattina si recava a scuola per frequentare le lezioni e coltivare il suo futuro.

Tra quelle ragazze che tornaranno in classe ci sarà anche Veronica, la studentessa che ha riportato le ferite più gravi le sue condizioni sono decisamente migliorate con lei la sorella Vanessa a l’amica Selena che durante gli ultimi giorni di scuola dopo l’attentato aveva detto di non voler ritornare a studiare piu in quella scuola.

E ancora: Azzurra, Sabrina e Aurora. In quella scuola mancherà solo Melissa… ma al suo posto ci sarà forse il padre che ha espresso il desiderio di varcare quei cancelli con le compagne di classe di sua figlia. Non un normale giorno di scuola per loro che avranno nel cuore  il ricordo dell’amica scomparsa e negli occhi la paura di quel tragico giorno.

Sui libri, dunque, per ripartire insieme con più forza. Venerdì una delegazione composta da 30 alunne della ‘Morvillo’ andrà nella capitale invitata dal Presidente del Consiglio Mario Monti. Tra queste ragazze non ci saranno le ferite che non sono ancora in condizioni di affrontare un viaggio. Intanto, la Dda ha escluso definitivamente la presenza di complici giudicando Vantaggiato unico responsabile della strage. Ora è pronta a chiudere il processo.