Accoltellamento a Squinzano: domani Manca davanti al Gip

Marino Manca

LECCE – Si terrà nelle prossime ore, l’interrogatorio di convalida dell’arresto del 40enne di Squinzano Marino Manca, in carcere con l’accusa di tentato omicidio. In manette anche  Luca Greco, 40 anni,  vittima dell’accoltellamento che si è verificato  sabato scorso  nella sua villa di Contrada ‘Carli’ e ora piantonato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale ‘Vito Fazzi’, perché risponde della detenzione di  40 grammi di cocaina trovati sul tavolo della cucina della sua villa. Le indagini sono tutt’altro che chiuse.

Dalla scrivania del Sostituto procuratore Donatina Buffelli, il fascicolo è passato nelle mani dell’Aggiunto Antonio De Donno. Dalla Procura ordinaria è passato alla Direzione Distrettuale Antimafia, proprio a causa del contesto in cui il tentato omicidio è stato consumato.

In quella casa 3 giorni fa pare fossero presenti almeno 4 persone. Ora è caccia aperta al terzo uomo: un 30enne leccese la cui identità è ancora segreta. Non si sa neppure se quest’uomo sia identificabile come parte offesa o aggressore. Le indagini dei  carabinieri della Compagnia di Campi Salentina e del nucleo investigativo del Reparto operativo, vanno avanti senza sosta. Qualche elemento importante potrebbe essere fornito nelle prossime ore da Manca che, accompagnato dal suo Avvocato Antonio Savoia, sarà interrogato dal Gip Annalisa De Benedictis.