Mezzo chilo di droga in auto, in manette il pastore Balloi

baschi verdi

SURBO (LE) – In auto di corsa sulla statale 16, Lecce-Maglie. A bordo della Fiat Punto 3 persone, ed un carico di droga: mezzo chilo di hashish diviso in 5 panetti. L’hanno trovata i Finanzeri di Otranto che insospettiti dalla velocità con la quale l’auto procedeva hanno intimato l’alt all’altezza dello svincolo per Martignano.

A  bordo 3 giovani di Surbo, alla guida Marco Balloi, personaggio noto, figlio del più noto Antonio, pastore di origini sarde coinvolto nel sequestro della toscana Esteranne Ricca, avvenuto nell”87, che fu nascosta per 7 mesi proprio nelle campagne di Surbo e attualmente detenuto per un altro tentativo di sequestro, quello del brindisino Marzio Perrini.

Una famiglia, quella di Marco Balloi, nota nel Salento per diversi fatti di cronaca, tra cui il ferimento del cugino Daniele nella masseria ‘Il Capitano’, a Melendugno.

Il 32enne , bloccato nell auto intestata alla madre, è stato arrestato per detenzione ai fini  di spaccio di stupefacenti. Agli inquirenti ha dichiarato che la droga rinvenuta era sua. Ora si trova agli arresti domiciliari nella masseria dove abita, nelle campagne di Surbo. Gli altri occupanti dell’auto, un 22enne ed un 25enne, entrambi di Surbo, incensurati, sono stati denunciati.

 La droga era di ottima qualità, immessa sul mercato avrebbe fruttato non meno di 6 mila euro.