Brindisi, bene la difesa ma attacco spuntato

brindisi calcio

BRINDISI – Dopo il pareggio a reti inviolate di sabato pomeriggio a Napoli, il Città di Brindisi torna ad allenarsi sul prato del ‘Fanuzzi’ con qualche certezza in più. Ma anche con la consapevolezza di avere delle lacune tutt’altro che trascurabili. Le buone notizie arrivano dal reparto difensivo che rispetto al match contro il Bisceglie, ha fatto registrare dei passi in avanti. Hai due gol subiti nel primo tempo nel match d’esordio, la seconda giornata di campionato ci restituisce una squadra ben più attenta.

La quadratura tattica è stata peraltro confermata anche quando il Brindisi, in 10 per l’espulsione del centrocampista Sireno, ha saputo tenere testa per oltre un’ora, all’attacco campano. Le difficoltà, a questo punto, sono tutte del reparto offensivo. L’attuale tandem a disposizione di Mister Francioso  (Albano-Palmiteri), non sembra in grado di reggere il peso di tutta la manovra.

Il problema resta l’argentino Villa, ancora in attesa del transfert e proprio per questo, ancora fermo ai box. Una bella gatta da pelare per la società biancazzurra che proprio su Villa, considerato il grande acquisto del mercato estivo, aveva puntato con convinzione.

Ora, però, la testa dei giocatori è già puntata a sabato prossimo. Un’altra trasferta insidiosa, serale, contro il Nardò. Un derby, quello con i neretini, da affrontare con il piglio di chi, dopo la sconfitta in coppa e i due pareggi in campionato, è ancora alla ricerca della prima, fondamentale vittoria.