Sesso con minori, in manette un pensionato di San Vito

carabinieri

S.VITO DEI NORMANNI (BR) – Da circa due anni, avrebbe abusato di alcuni adolescenti, incontrati durante lo svolgimento del suo lavoro-passatempo come collaboratore all’interno di un’associazione ricreativa. Ma, nella serata di lunedì, Tommaso Prete, 64enne di San Vito dei Normanni, è stato arrestato in flagranza di reato, dai militari della locale Compagnia dei carabinieri.

L’uomo si trovava nella sua auto, parcheggiata in ‘Contrada Usciglio’, in compagnia di un 14enne mentre, completamente nudo, costringeva il ragazzo ad atti sessuali. Scoperto dai carabinieri del Norm, l’uomo ha provato a fuggire nelle campagne, ma è stato prontamente fermato e portato in caserma, per le formalità di rito.

La vicenda è stata ricostruita grazie all’aiuto del giovane e di altri suoi 2 coetanei, tutti ospiti dell’associazione, che hanno ammesso di essere state vittime dell’orco per oltre due anni. Gli incontri, si svolgevano o in campagna o nella stessa associazione, all’interno di uno sgabuzzino, organizzati sempre con lo stesso modus operandi.

Atti sessuali in cambio di pochi euro, un videogioco, una bicilcetta. L’arresto dell’orco è giunto alla fine di una breve ma intensa attività di  controlli e appostamenti da parte dei carabinieri, allertati da alcune segnalazioni.

In serata, intorno alle 20, l’occasione giusta per intervenire. Prete, dopo le indagini svolte nel corso della notte dai militari, è stato accompagnato presso il carcere di Brindisi a disposizione del Sostituto procuratore Eva Toscani. Dovrà rispondere dell’accusa di violenza sessuale su minore.