Jeda: “Ci servirà da lezione. Il mercato? Non mi riguarda”

jeda

LECCE – Un gol, un assist e tante giocate da fuoriclasse per far capire il suo peso specifico in questo campionato: così Jeda ha dimostrato di essere già nella parte e di poter risultare determinante nella rincorsa al vertice del Lecce. L’esultanza sotto la Nord è stata un segnale, il brasiliano allontana le voci di mercato. “E’ aperto per il Lecce, ma non mi riguarda”.

Così va in archivio la prima vittoria, pesante perché ottenuta contro la squadra accreditata dagli addetti ai lavori come principale rivale dei salentini. Scampato il pericolo (grazie a Benassi) il compito dei giallorossi è quello di far tesoro del rischi corsi domenica: non basta essere il Lecce e fare la voce grossa per un tempo per passeggiare in Prima Divisione. “Questa partita ci servirà.

E’ la dimostrazione di come basti distrarsi o pensare di essere più bravi degli altri possa essere fatale. Il Lecce non deve nascondere la sua ambizione di tornare subito dove merita di stare, ma deve trasferirla nel campo”.

Jejè, come lo chiamano i compagni, è tra i veterani del gruppo e anche per questa responsabilità ha voluto ringraziare chi il Lecce non lo ha mai abbandonato, neanche nei momenti di buio pesto.

“Voglio ringraziarli tutti, non solo la Nord che è la parte più calorosa e rumorosa, ma tutti. Voglio che sappiano che noi scendiamo in campo per dare il massimo e rendere possibili i loro sogni”.