Commando armato in tabaccheria, messo in fuga dai vigilanti

rapina tabaccheria fasano

FASANO (BR) – Cercavano contanti, ‘Gratta e vinci’ e sigarette. E il bottino, questa volta, sarebbe stato pieno senza l’intervento fulmineo dei militari della Compagnia dei carabinieri di Fasano e una pattuglia di vigilanti. Tentata rapina, questa mattina, intorno alle 7.30, presso una tabaccheria di Via Piave, pieno centro della ‘città della selva’.

I titolari dell’esercizio commerciale – marito e moglie – avevano da poco alzato la serranda, quando i tre banditi hanno fatto irruzione e sotto la minaccia di fucili e pistole hanno iniziato a fare man bassa di tabacchi, biglietti della lotteria, suppellettili.

Ma i banditi non avevano fatto i conti con il sistema dall’allarme dell’esercizio, attivatosi dopo pochi secondi e con la rapidità delle guardie giurate della ‘Bluvigilanza’ e dei carabinieri coordinati dal Capitano Gianluca Sirsi. A favorire il mancato arresto dei rapinatori, l’allarme lanciato da un complice, rimasto in strada a fare da ‘palo’.

Bottino lasciato per terra e immediata fuga da parte della banda che, a piedi, è riuscita a far perdere le proprie tracce.

Illesi i due coniugi tabbaccai, solo impauriti ma per fortuna, senza ferite e con gli scaffali ancora pieni di merce.