‘Premio Targa 2012’ nel segno di Carmelo Bene

bene

S.CESAREA TERME (LE) – Torna, nel segno di Carmelo Bene, il ‘Premio Targa 2012’ a Santa Cesarea. Un premio che rischiava di estinguersi nonostante fosse fra i più antichi nel Salento, istituito nel 1974, nel 1999 si è poi spento.

A riaccendere le luci, alzare il sipario e riportare alla ribalta non solo locale il premio è stata l’attuale amministrazione. E così la premiazione, perfettamente incastonata in quel connubio che è dato dalla sobrietà scenica e la bravura di artisti, rigorosamente salentini, voluti dalla Direttrice Rosaria Ricchiuto, torna in vita più forte e maestoso che mai. Rivive nel ricordo del Maestro ispirato da queste acque e dal panorama mozzafiato. A ritirare il Premio, la figlia di Carmelo, Salomè.

Testimonial della serata gli attori Lando Buzzanca e Luigi Rendine, rispettivamente Presidente e Direttore dell”Accademia P. Scharoff’ di Roma, accademia frequentata da Carmelo Bene. La cittadina che si affaccia sul mar Adriatico ha così reso omaggio al suo illustre personaggio, uno degli artisti più poliedrici nella storia del teatro mondiale, i cui genitori erano originari di Vitigliano, frazione di Santa Cesarea Terme, e che proprio a Santa Cesarea Terme ha legato una parte importante della propria esistenza e del proprio lavoro. Il Maestro è stato ricordato da tutti gli illustri ospiti che si sono alternati sul palco, elegantemente condotto da Manuela Sparapano e seguito in diretta dalle telecamere di Telerama.

Rosaria Ricchiuto, direttrice artistica del premio ha poi omaggiato il ricco e prestigioso parterre, interpretando alcuni versi di ‘Nostra Signora dei Turchi’, celebre opera di Carmelo Bene.