Mercato Lecce: work in progress… ma al cellulare!

Via_del_Mare

LECCE – In attesa del fischio finale della giustizia sportiva, respinta nel frattempo l’istanza cautelare al Tnas, tempi supplementari concessi dalla Figc al mercato estivo del Lecce che avrà, così, a disposizione altri 10 giorni per definire le trattative in sospeso sia in entrata che in uscita e allestire un organico super-competitivo in grado di ‘ammazzare’ il campionato nel quale forzatamente, con ogni probabilità, sarà costretto a giocare in modo da riconquistare con meriti al di là delle sentenze il posto che gli spetta nel mondo del calcio, quello che conta.

Ore frenetiche tra box e corridoi dell’Ata Executive Hotel di Milano nell’ultimo giorno, anche se non per il Lecce, di mercato L’obiettivo in primis era trattenere i big, per intenderci i giocatori di proprietà dei Semeraro, ma Gennaro Del Vecchio non è riuscito a dire no alla serie B.

Per il centrocampista di Barletta un contratto di un anno con il Grosseto con opzione di rinnovo, al suo posto potrebbe arrivare De Feudis del Torino. Sì ancora una volta sì, invece, di  capitan Giacomazzi che con la sua scelta di restare in giallorosso fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi e a mister Lerda che potrà, quindi, contare su un giocatore con la G maiuscola per qualità tecniche e umane e dalla leadership indiscussa.

Anche Max Benassi al momento resta al Lecce, sembra infatti saltata la trattativa con il Torino, così come è saltata quella con il Cesena per Andrea Esposito. Il difensore avrebbe chiesto un triennale ai romagnoli che, però hanno respinto una proposta contrattuale così lunga, mentre dopo il sì allo Spezia dal Catania per Antenucci sfuma la pista ligure per Daniele Cacìa che vestirà invece la maglia dell’Hellas Verona che ha sfilato al Lecce l’attaccante calabrese dopo il no dei Tesoro alla cessione di Daniele Corvia, tolto dal mercato. Non solo, Ofere ha rifiutato la proposta Ascoli interessato anche a Jeda, Antonio Mazzotta in uscita verso Crotone, anche se il suo contratto verrà depositato lunedì.

Tutto ancora, ovviamente potrebbe ancora succedere, l’Atahotel chiude, ma i cellulari di Antonio e Savino Tesoro restano accesi e il caso Berbatov impone l’uso del condizionale, ma quello che è certo è che tra poche ore si torna a giocare. Al ‘Via del Mare’ arriva la Cremonese di mister Oscar Brevi e dopo un’estate così infuocata c’è grande voglia di calcio, quello vero e grande attesa per l’esordio di una squadra dal volto ancora però sbiadito. I nuovi suscitano forte curiosità e sembra che finora le scelte operate dalla società possano fornire garanzie al mister anche in caso di partenze eccellenti.

Si vedrà!Di sicuro alla squadra non mancherà l’apporto e il calore dei tifosi che stanno dimostrando grande attaccamento alla maglia e voglia di rinascita. Al momento le tessere sottoscritte sono più di 1.600,”contiamo di arrivare a 2.500”, ha dichiarato il Presidente di Salento Giallorosso Antonio Ricciato, il quale ha anche annunciato la probabile proroga della campagna abbonamenti fino alla gara Lecce-San Marino.