Gli operai Bat incontrano Provincia e Comune

bat_lecce

LECCE – Il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e l’’Assessore alle Politiche del Lavoro del Comune di Lecce Alessandro Delli Noci hanno incontrato in mattinata in Provincia, una delegazione dei lavoratori dello stabilimento ex BAT di Lecce, ora assegnati alla IP – Korus dopo la cessione delle attività della multinazionale americana.

Da ieri 70 lavoratori salentini occupano lo stabilimento di Viale della Repubblica in assemblea permanente, rivendicando il rispetto degli accordi di riconversione e rilancio aziendale sottoscritti lo scorso luglio al Ministero dello Sviluppo Economico dalla proprietà uscente e da quella subentrante.

Stando al contenuto del testo condiviso a Roma, infatti, entro il 2 agosto scorso sarebbero dovuti arrivare gli stipendi di giugno, che ancora a tutt’oggi non sono stati erogati, così come i successivi di luglio e agosto. Anche il promesso avvio delle produzioni, seppur graduale, non si è verificato, nonostante dovesse essere completato entro agosto.

Il Presidente Gabellone e l’Assessore Delli Noci hanno preso atto della difficilissima situazione in cui vivono i 70 addetti  senza stipendio da mesi e senza la possibilità concreta di intravedere un futuro positivo alla loro condizione di lavoro.

Entrambi hanno sottolineato l’enorme valenza, a carattere nazionale, della vertenza ex Bat, tanto importante da dover necessitare un intervento immediato e preciso del Ministero dello Sviluppo Economico, a verifica dello stato della riconversione e del rispetto degli accordi sottoscritti a Roma per la sorte di questa importante attività aziendale presente nel nostro capoluogo.

Il Presidente Gabellone e l’’Assessore Delli Noci d’’accordo con i sindacati e la rappresentanza dei lavoratori presenti all’incontro odierno hanno chiesto l’’anticipazione ai prossimi giorni dell’’incontro romano inizialmente previsto per il 19 di settembre, data considerata troppo lontana nel tempo alla luce della condizione non più sostenibile in cui è arrivata la vertenza.

All’’incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico saranno chiamati a presenziare tutti gli attori di questa partita, nessuno escluso, dalle istituzioni alle rappresentanze dei lavoratori e dei sindacati sino alla presenza quanto mai indispensabile dei rappresentanti della Bat e del Consorzio Inser che ha rilevato gli immobili .