Castiglione d’Otranto, si tinge di verde con il regno del bio

notte prima buona

CASTIGLIONE D’OTRANTO (LE) – Un vero e proprio ‘ritorno alla terra’ si preannuncia a  Castiglione d’Otranto con la ‘Notte Verde’ che venerdì 31 agosto alle ore 20.30, promette di riempire il borgo di contenuti e riflessioni dedicate al bio, nelle sue diverse declinazioni che vanno dall’agricoltura all’edilizia, dalla cultura alla strategia ‘rifiuti zero’.

Castiglione d’Otranto sarà, infatti, animato da laboratori, letture, musica, percorsi enogastronomici, stand, tutto rigorosamente in chiave biologica.

Il progetto è stato ideato da un coordinamento di soggetti pubblici e privati, che comprende un gruppo di associazioni locali (A.B. Michelangeli, Knidè, Auser, Ritorno alla Terra, Ass. Famiglie Castiglionesi, Unità Progressista Cittadinanza Attiva, Olivinopoli), assieme alle cooperative Ulisside e Salento Tetti, al Cea di Andrano e all’Ente Parco Regionale Otranto-S.M. di Leuca, con il sostegno di Puglia Promozione e del Comune di Andrano.

Da tempo, in questa piccola frazione di Andrano, diverse realtà imprenditoriali e movimenti spontanei di singoli cittadini e di associazioni  si sono ritrovati a produrre pratiche di ecosostenibilità: a partire dalla bioedilizia all’utilizzo di fonti naturali per la produzione di energia, dalla semina di piante biotipo alla riscoperta dei cereali antichi, per finire con la produzione del pane e del formaggio.