Armato di zanzariera rapina un hotel

'hotel colonna' a brindisi

BRINDISI – Ha agito da solo, alle prime luci dell’alba, approfittando del silenzio che la città a quell’ora praticamente vuota, sa regalare. Ha quindi finto di avere un arma e a forza di minacce, è riuscito a farsi consegnare il denaro dal giovane receptionist. È caccia al rapinatore che alle 6.30 del mattino, ha colpito presso l’‘Hotel Colonna’ di Brindisi, struttura ricettiva da 4 stelle sita su Corso Roma, in pieno centro.

L’uomo ha agito in solitaria con il volto parzialmente coperto in maniera artigianale. Pare infatti che, secondo le testimonianze raccolte, indossasse una sorta di maschera ricavata da una zanzariera. Ha, quindi, finto con la mano sinistra ben nascosta nella tasca di una felpa, di avere un’arma puntata sul dipendente che a quell’ora, accoglie i turisti più mattinieri.

Un modus operandi non particolarmente elaborato, quello dell’ignoto malfattore, eppure convincente. Il receptionist ha consegnato 200 euro in contanti, utilizzati per le piccole spese. Quindi, acciuffato il magro bottino, l”uomo mosca’ è fuggito via a piedi, facendo perdere le proprie tracce prima dell’arrivo degli agenti della squadra mobile della Questura di Brindisi, coordinati dal Vice Questore Alberto Somma.

Sono in corso gli accertamenti atti ad identificare il malfattore. Impresa non facile dato che il modus operandi della rapina è tipico di chi, lontano dai giri della criminalità organizzata, è un nowhere man senza volto, nascosto tra le le pieghe delle classi disagiate della moderna società.