Ilva: via al count down per l’Aia, oggi primo incontro in Prefettura

ilva

TARANTO – Poco più di in mese e la nuova Autorizzazione Integrata Ambientale sarà pronta. O almeno, questi sono i termini previsti dal Ministro all’Ambiente Corrado Clini. Per il 30 settembre dovrebbe essere chiuso il documento che potrebbe dare soluzione ai problemi del sistema economico, occupazionale, ambientale tarantino.

33 giorni decisivi per il futuro dell’Ilva e del capoluogo ionico. Primo incontro in Prefettura della Commissione tecnica incaricata di definire i contenuti della nuova Aia. Lavoro serrato dei tecnici, coordinati dalla Presidente Carla Sepe. Obiettivo è rispettare i tempi indicati da Clini.

Ma, soprattutto, è al centro dell’attenzione l’inserimento nel testo delle disposizioni per l’impiego delle più avanzate tecnologie europee in materia – che l’Ilva si è impegnata ad attuare in anticipo sulla scadenza iniziale del 2016. Nell’Aia vanno incorportate tutte le prescrizioni impiantistiche e di sicurezza che il Gip Patrizia Todisco, ha inserito nell’ordinanza con la quale lo scorso 25 luglio ha disposto il sequestro di 6 aree dello stabilimento.

Calendario dei lavori intenso per rispettare le scadenze. Martedì si esamineranno le cokerie, il 29 l’agglomerato, il 30 l’acciaieria, il 3 settembre di nuovo le Bat, il 4 il  ‘piano di risanamento’, il 5 il parco-minerali, il 6 il sistema di gestione ambientale, il 13 il sistema di monitoraggio. E ancora,  altre 4 riunioni della Commissione Aia sono in programma per il 14, 18, 19 e 20 settembre, per poi arrivare a metà ottobre con la Conferenza di servizi nella quale arriverà il rilascio definitivo della nuova autorizzazione.

Ai lavori della Commissione partecipano anche la Regione Puglia e i Comuni di Taranto e Statte che hanno delegato dei propri tecnici.