Coltellate al figlio, nei guai 88enne di Taviano

ospedale lecce

TAVIANO (LE) – Ha accoltellato il figlio nel sonno, sembra esasperato dai suoi atteggiamenti violenti che andavano avanti da anni. Donato Bruno, 88 anni, di Taviano, professore in pensione nelle scorse ore è stato colto dal raptus omicida.

Il figlio 37enne, Giampiero Bruno, è stato trasportato all’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, per gli accertamenti medici necessari. Poi tornerà al ‘Ferrari’ di Casarano.

Ancora non si conoscono le conseguenze della coltellata che gli è stata inflitta sul fianco. Solo dopo aver acquisito tutti gli elementi il Pm di turno, Dottor Toti Negro, deciderà se arrestare o meno il padre. Nei confronti dell’anziano, intanto, è stata ipotizzata l’accusa di tentato omicidio. 

I fatti si sarebbero verificati nella mattinata. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri della Compagnia di Casarano che stanno svolgendo le indagini.

Il giovane, figlio unico, disoccupato, è sempre vissuto a casa con i genitori. I suoi atteggiamenti violenti anche nei confronti della madre avrebbero spesso comportato litigi molto forti con l’88enne. Nelle scorse ore, furibondo, ha impugnato un coltello da cucina e si è scagliato contro di lui.