Mare, terra e vino: sagre da tutto esaurito

LECCE – Sagre, feste, degustazioni. Un calendario ricco per tutti i gusti e per tutte le tasche che disegna, in provincia di Lecce, un itinerario che attira turisti e non soloDalla costa all’entroterra, il passaggio è breve, sulla scia dell’intrattenimento enogastronomico.

I Comuni interessato e le associazioni che si occupano dell’organizzazione, fanno quasi a gara per offrire il meglio, anche dal punto di vista musicale con ospiti in grado di trascinare dal  palco, un pubblico sempre più eterogeneo. All’utente non resta che sfogliare i giornali, apposite riviste o semplicemente curiosare su internet per scegliere l’evento più consono ai propri gusti e a dire la verità, c’è l’imbarazzo della scelta.

 Come domenica seramare, terra e vino. Questi i tre elementi protagonisti di altrettanti appuntamenti. A Gallipoli è stata celebrata la ‘Festa dei pescatori’ Organizzata dall’associazione di categoria ‘Noi ci Siamo’, creata e gestita dagli stessi pescatori di Gallipoli in collaborazione con la cooperativa locale ‘Pesce Azzurro’, la festa è giunta alla sua terza edizione e rappresenta un momento importante per esaltare uno dei principali settori economici della città.

Stand con il meglio della cucina gallipolina sono stati allestiti sul lungomare ‘Galileo Galilei’. Tutto rigorosamente a base di pesce, preparato dagli stessi pescatori e condito dalle note della pizzica. “La Festa dei Pescatori è un evento estremamente importante per la città di Gallipoli, per i turisti e per la stessa categoria dei pescatori”, così dichiara Enzo Corciulo, Presidente dell’associazione ‘Noi ci Siamo’.

Stesse note tarantate, ma sapori decisamente diversi, a Serrano in occasione della ‘Festa del Contadino’, nel cuore dell’entroterra salentino. Se a Gallipoli sono i pescatori a preparare piatti deliziosi, qui sono le massaie ad occuparsi di piatti deliziosi per esaltare i profumi ed i sapori della terra, seguendo le ricette di una volta. Una festa, come spiegano gli organizzatori, dagli autentici sapori.

Spostandoci poi di qualche chilometro arriviamo a Monteroni. Lo slogan che racchiude l’evento è ‘Rosso di sera’. Il protagonista, neanche a dirlo, è il vino. In piazza Falconieri hanno, per così dire, ‘sfilato’ le principali aziende vinicole salentine. L’obiettivo è quello  di promuovere la ‘cultura del vino’, esaltandolo come prodotto rappresentativo del territorio, ma anche come momento di condivisione e aggregazione. Lodevole anche quest’anno, l’impegno dell’associazione ‘Tandem’ che ha realizzato nel centro storico un piccolo, ma suggestivo simposio sotto le stelle.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*