Minaccia di lanciarsi dal 6° piano dell’ospedale, la polizia la salva

vito fazzi lecce

LECCE – Un lieto fine per una vicenda che avrebbe potuto avere conseguenze tragiche e che grazie al pronto intervento della polizia non si è trasformata in una tragedia: una donna, in preda ad una crisi ha minacciato di lanciarsi dal 6° piano del ‘Vito Fazzi’ ed è stata salvata in extremis da alcuni poliziotti che intervenuti immediatamente sono riusciti ad afferrarla in tempo e a salvarle la vita.

È accaduto ieri in tarda mattinata. È stata la stessa donna, una 35enne leccese ricoverata nel reparto di psichiatria dell’ospedale a chiamare il 113, raccontando di trovarsi sulla balaustra del terrazzo, minacciando di lanciarsi se non fosse stata messa in contatto immediatamente con una persona di sua conoscenza.

Le ricerche della donna sono scattate immediatamente. Sul posto è arrivata una volante, mentre l’agente del posto fisso di polizia, accompagnato da alcuni medici e infermieri è riuscito a rintracciarla proprio al 6° piano. Era in piedi, sulla balaustra della finestra, in bilico. Sarebbe bastato un movimento sbagliato e la donna sarebbe caduta.

Era fuori di sè, minacciava di lanciarsi nel vuoto, mentre chiedeva insistentemente una sigaretta. È stato questo a salvarla. L’agente, dopo essersi procurato un pacchetto di sigarette glielo ha lanciato vicino, costringendola a scendere per un attimo dalla finestra per recuperarlo. È in quel momento che tre poliziotti l’hanno raggiunta e bloccata mettendola al sicuro.

È stata affidata ai medici che l’hanno riportata in stanza cercando di tranquillizzarla.