Il Lecce nell’arena del Toro: falco dall’inizio

stadio olimpico torino

LECCE – Potrebbe essere il big match di un sabato qualunque di una serie B qualunque, invece Torino e Lecce si affronteranno, questa sera, per il 3° turno di Coppa Italia. Il Toro prima di disputare il massimo campionato, il Lecce sperando nella cadetteria visto il caos-combine.

Un doppio incrocio tra ex, visto che sulla panchina giallorossa siede Franco Lerda (due stagioni fa alla guida di Bianchi e compagni) e su quella granata il grande ex Giampiero Ventura.

Dopo aver eliminato il Chieti con un perentorio 3-1 il Lecce cerca il colpo grosso all’‘Olimpico’, ricordando l’ultimo esaltante confronto tra le due squadre: fu Giacomazzi, in campo anche oggi, a regalare ai suoi il pareggio in extremis, quasi una vittoria.

Per la gara pochi dubbi di formazione; tra calciatori non ancora tesserati e indisponibili (vedi Chiricò) il tecnico ha un solo dubbio: Bogliacino o Memushaj, che in settimana ha giocato un tempo con la sua Nazionale.

L’albanese è comunque favorito, per l’undici che dovrebbe vedere Benassi tra i pali, difesa con Diniz, Ferrario, Esposito e Mazzotta, Memushaj, Giacomazzi e Delvecchio in mediana e il tridente Falco-Corvia-Jeda davanti. Ventura schiererà il Toro col suo 4-2-4: davanti a Gillet Darmian, Glik, Ogbonna e Salvatore Masiello, Brighi e Gazzi a centrocampo e il quartetto offensivo composto da Verdi, Bianchi, Meggiorini e Stevanovic.

Fischio d’inizio alle 20.30, agli ordini di Bergonzi di Genova.