Degrado al ‘Perrino’, il Pd accusa la Asl: “Non tutela l’ospedale”

ospedale perrino

BRINDISI – “Le colpe sul ‘Perrino’ non sono tutte della Regione. Anche a livello locale, chi dovrebbe tutelare i servizi dell’ospedale in realtà non lo sta facendo”. Con queste parole, il Consigliere del Partito Democratico Antonio Monetti motiva la presentazione, presso l’Ufficio di Presidenza del Consiglio comunale, l’ordine del giorno con cui invita l’amministrazione presieduta dal Sindaco Mimmo Consales a prendere coscienza del degrado in cui verso il nosocomio messapico, per poi intervenire ai piani alti della Asl al fine di risolvere la situazione.

La notizia arriva a poche ore dall’avventura, postato su Fcebook, vissuta dall’Assessore Lino Luperti, rimasto 6 ore in ospedale per una frattura al piede procurata dopo una partita di calcetto. Ma il documento di Monetti, specifica lo stesso Consigliere, è antecedente.

Presentato lo scorso 7 agosto, è la summa della preoccupazione di tutti i capigruppo, da destra a sinistra. “La situazione al ‘Perrino’ è ormai inconcepibile. Quello che era un’eccellenza per tutto il territorio, rischia di diventare una barzelletta da sbattere sulle prime pagine dei giornali, da tempo costretti a elaborare titoli sul problema del giorno all’ospedale. La Asl deve capire che i tagli non possono essere eseguiti con un semplice calcolo ragionieristico. Ci sono servizi e reparti – spiega Monetti – che non possono essere gestiti calcolatrice alla mano, pena la scomparsa. Mi riferisco, in particolare, ad alcuni servizi di laboratorio”.

La colpa, secondo Monetti è della Asl “che non  ascolta né i sindacati, né chi in quell’ospedale, ci lavora e ci vive da anni. Il Consiglio comunale – dice il medico – deve ora farsi carico di monitorare le future scelte e le future strategie della dirigenza”. La risposta, per voce del Direttore Asl Paola Ciannamea, non si è fatta attendere. “Sarà un piacere – ha detto la Ciannamea – spiegare al Consiglio quelle che sono le risorse attuali e in che modo vengono gestite. Anzi, mi aspetto a questo punto delle soluzioni illuminanti che non  mancheremo di prendere in considerazione”.

E sul rapporto con i sindacati, il Direttore precisa. “Le organizzazioni sindacali vengono ascoltate di continuo e il loro contributo è sicuramente prezioso. Come, non ho dubbi, lo sarà quello del Consiglio comunale”. Alla prossima puntata.