‘Perrino’ al collasso, i sindacati: “La Asl ha toccato il fondo”

ospedale brindisi

BRINDISI – File interminabili al pronto soccorso, carenza di personale, turni massacranti per gli operatori, livelli di assistenza ai minimi storici. E il diritto alla salute all’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi e quindi su tutto il territorio va a farsi benedire.

La denuncia arriva dai sindacati Cgil e Cisl che insieme ai lavoratori hanno protestato all’esterno della Direzione sanitaria del nosocomio, puntando il dito contro la gestione della Asl brindisina che ormai, dicono, ha toccato il fondo.

Negli ultimi mesi, lamentano i manifestanti, si è arrivati a un collasso senza precedenti che ha trasformato la sanità brindisina nella ‘Cenerentola’ della Puglia e non in termini di qualità dei servizi offerti ai pazienti e di condizioni lavorative dei dipendenti. Si pensi che al ‘Perrino’ è stato registrato il rapporto più basso dell’intero paese tra popolazione e personale in attività.

Quella organizzata dai sindacati è solo la prima iniziativa di una lotta di civiltà che ha l’obiettivo di stimolare un cambio di rotta da parte delle istituzioni e della Asl che finora non avrebbe offerto neppure un tavolo per cercare una soluzione. Chi lavora all’interno del ‘Perrino’ e al tempo stesso difende i diritti dei suoi colleghi snocciola numeri da far rabbrividire e denuncia la sospensione di servizi di primaria importanza.