Lecce, finalmente una gioia, battuto il Chieti 3 – 1

LECCE – Corvia-Giacomazzi-Jeda: il Lecce c’è e con tre vecchie firme comincia la sua stagione, ancora offuscata dalle nubi del calcio-caos, con una vittoria in Coppa Italia.

Al ‘Via del Mare’ sono quasi in 6mila a stringersi intorno alla squadra di Lerda che schiera il suo 4-3-3 con il tridente Chiricò-Corvia-Jeda. Il Chieti dell’ex De Patre prova a contenere e ripartire, puntando sul rigore tattico ed una buona organizzazione.

Il primo lampo è di Chiricò che stoppa e col destro smuove l’esterno della rete. Il Chieti risponde con Del Pinto, ma il suo destro è tenuto facilmente a bada da Benassi.

I padroni di casa si affidano ancora alla verve di Chiricò che mostra buona personalità: alla mezz’ora reclama un rigore per un contatto in area, qualche minuto più tardi da una sua iniziativa nasce il vantaggio. Dribbling e cross per Corvia che cerca il tiro al volo, murato da un colpo di mani: per Castrignanò è rigore e lo stesso attaccante spiazza Feola per l’1-0. Vantaggio che resta in piedi per pochi secondi: errore di Esposito e Capogna davanti a Benassi non sbaglia per l’1-1.

Nel finale di tempo i salentini tornano a spingere: prima Giacomazzi manda alto con un destro potente dal limite, poi Esposito prova a riscattarsi ma trova l’opposizione di Feola.

La ripresa si apre con il Lecce che colleziona occasioni da gol, ma Jeda divora tre palle gol, tutte di testa. Clamorosa l’ultima, con il pallone a pochi passi dalla linea di porta.

Lerda decide di metter mano ai cambi, inserendo Falco per Memushaj e passando al 4-2-3-1. Il talento del trequartista tarantino si nota subito, con Feola bravo a respingere il suo tiro mancino. Gli abruzzesi si salvano in altre due occasioni, ma al minuto 34 Giacomazzi riporta avanti i suoi. Pregevole il traversone lungo disegnato da Falco, da campione l’incornata ad incrociare del capitano giallorosso.

Nel finale c’è tempo per gli esordi di Pià e Bogliacino e per il punto del definitivo 3-1: lo sigla Jeda, con un tap in nell’area piccola.

Aspettando verdetti ben più importanti il Lecce mette in cassaforte il primo successo stagionale. Nel terzo turno test ben più impegnativo per Benassi e compagni, contro l’ambizioso Torino di Ventura.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*