San Cataldo: rischia di annegare dopo il tuffo dalla sua barca, 55enne salvato in extremis

tuffo

SAN CATALDO (LE) – Ha rischiato di annegare dopo un tuffo dalla sua barca, a causa della forte corrente che lo avrebbe spinto al largo. Avventura in mare a lieto fine per un 55enne leccese, uscito in barca assieme al figlio.

Dopo aver ormeggiato a poche miglia dalla costa, in località Cesine, si è tuffato in mare.

Sono bastati pochi minuti perchè la situazione degenerasse. I soccorsi sono stati immediati. Dopo l’sos captato dalla Capinateria di porto di Otranto, sono partite le motovedette più vicine, quelle di San Cataldo. Le operazioni sono state coordinate dal Comandante Roberto Reale.

Un gommone militare ha raggiunto la zona. Nel frattempo il bagnante era stato recuperato da altri diportisti. Un guardacoste ha di fatto pilotato la barca dell’uomo fino al porticciolo di San Cataldo dove, nel frattempo, è intervenuta un’ambulanza del 118.

I medici hanno verificato le condizioni del 55enne, ritenute buone, per lui solo tanta paura, ma nulla di grave.