Omicidio di Tramontone: quartiere al setaccio

ospedale- taranto

TARANTO – È caccia  aperta, a  Tramontone,  al  sicario  che giovedì sera ha  ferito a  morte il 48enne Nicola Nibbio.  L’uomo è stato  raggiunto  al torace da un colpo di  pistola calibro 9, esploso da uno scooter in corsa.

In queste ore sono in corso  da parte dei carabinieri, perquisizioni a tappeto e  posti di blocco in tutto il quartiere, la pressione delle forze  dell’ordine  nel quartiere è altissima.

L’agguato risale a  venerdì sera nelle vicinanze di via Mediterraneo. L’uomo  è stato trasportato da  alcuni amici  al ‘SS.Annunziata’  in gravissime  condizioni, ma ancora in vita. È  morto, alcune ore dopo,  in sala operatoria per le devastanti ricadute di   una emorragia toracica. La  malavita  del quartiere, dopo l’omicidio, è  finita sotto torchio. E avrebbe fatto anche trapelare qualche indizio. Stando al racconto di alcuni testimoni, il killer avrebbe  sparato mentre  era  a bordo di uno scooter.  Ma nulla di più  è emerso  ai  fini dell’identificazione del sicario.

Gli investigatori in queste ore stanno anche passando al setaccio le videocamere di tutti gli esercizi commerciali presenti nella zona,  alla ricerca di immagini che possano avre immortalato il killer.

Parallelamente si scava   nella vita di Nibbio, personaggio già noto alla forze dell’ordine. Il  sicario, insomma, ha le ore contate.